L’Espresso | The Amazon rainforest

La guerra di Bolsonaro agli ambientalisti dell'Amazzonia

Minacciati. Diffamati. Incarcerati. Il regime brasiliano ha una nuova strategia: distruggere gli attivisti delle Ong ecologiste e pro Indios. Mentre il numero degli incendi dolosi sale vorticosamente

DI JANAINA CESAR - FOTO DI FABIO BUCCIARELLI PER L’ESPRESSO
02 gennaio 2020

L’agricoltura è pop. È questo il messaggio che l’élite bianca e agroalimentare del Brasile fa passare ogni giorno sul più grande canale televisivo del paese. L’agro è pop, bisogna coltivare, estendere i campi, allevare più bestime. Un messaggio in piena sintonia con le politiche del presidente Jair Bolsonaro (che a quell’élite appartiene) e del suo ministro dell’ambiente Ricardo Salles. Anche se la verità è che l’agro non è affatto pop, l’agro distrugge la foresta e - oltre a rappresentare una minaccia ai popoli della foresta - mette a rischio il futuro dell’Amazzonia e del pianeta intero. Quando era ancora in corsa elettorale per la presidenza della Repubblica, Bolsonaro diceva che [...]

L'Espresso_Amazzonia_01_lq

L'Espresso_Amazzonia_02_lq

L'Espresso_Amazzonia_03_lq

L'Espresso_Amazzonia_04_lq